Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Riferimenti letterari

Questo topic nasce dalle ricerche effettuate da Sweetie & Vlad, pertanto è severamente vietato copiarne il contenuto e spacciarlo per proprio.
© The Heartagram Path.


Demos

Borellus
Borellus è citato in due racconti di H.P. Lovecraft, The Evil Clergyman e The Case Of Charles Dexter Ward. I versi della canzone, come l'inizio di quest'ultimo racconto, sono tratti da un'opera di Borellus:
'The essential Saltes of Animals may be so prepared and preserved, that an ingenious Man may have the whole Ark of Noah in his own Studie, and raise the fine Shape of an Animal out of its Ashes at his Pleasure; and by the lyke Method from the essential Saltes of humane Dust, a Philosopher may, without any criminal Necromancy, call up the Shape of any dead Ancestour from the Dust whereinto his Bodie has been incinerated.'
Borellus potrebbe essere sia il fisico francese Pierre Borel (come affermano gli studiosi di Lovecraft) che lo scienziato e scrittore italiano Giovanni Alfonso Borelli, (1608-1679), la cui opera più conosciuta è il trattato De motu animalium.

Serpent ride
I versi:
That is not dead which can eternal lie.
And with strange aeons even death may die.
sono ripresi dal racconto del 1928 di H.P. Lovecraft The Call of Chtulhu e riprendono i versi del leggendario Necronomicon citato dallo stesso Lovecraft.

I’ve crossed oceans of wine to find you
Il titolo è un gioco di parole dal Dracula di Bram Stoker, in originale era I’ve crossed the oceans of time to find you.



666 Ways to love you: Prologue

Dark Secret Love
Set me as a seal upon thine heart,
As a seal upon thine arm,
For love is strong as death
Jealousy is cruel as the grave.
The coals thereof
Are coals of fire,
Which hath a most vehement flame.
Sono versi tratti dal libro dei salmi di Salomone: song of solomon 8:6.
La canzone è ispirata anche alla poesia di William Blake The sick rose (...and his dark secret love does thy life destroy)



Razorblade Romance

Join me in death
come lo stesso Ville ha spiegato in un’intervista, è ispirata al Romeo e Giulietta di Shakespeare.

Gone with the sin
La canzone è ispirata al romanzo di Margaret Mitchell Gone with the wind. La versione cinematografica è uno dei film preferiti di Ville.

The 9th circle
Riferimento all’Inferno dantesco, il nono cerchio è il più profondo, e accoglie i traditori e coloro che si sono ribellati a Dio.



Deep shadows and brilliant highlights

In joy and sorrow
In joy and sorrow my home’s in your arms è il verso del rito matrimoniale di una tribù Navajo.

Heartache every moment
From lashes to ashes and from last to dust è un verso del libro della Genesi, modificato. L'originale è From ashes to ashes, from dust to dust.



Love Metal

Buried alive by love
If I should die before I wake
Pray no one my soul to take
If I wake before I die,
Rescue me with your smile
Questi versi sono ispirati a una preghiera protestante per bambini, che recita:
Now I lay me down to sleep,
I pray the Lord my soul to keep;
Should I die before I wake,
I pray the Lord my soul to take.
Gli stessi versi vengono citati anche dai Metallica in "Enter Sandman".

The funeral of hearts
...when angels cry blood on flowers of evil in bloom riferimento ai Fiori del Male di Baudelaire.



Dark Light
Il titolo dell’album è un riferimento al romanzo The Dark Light di Mette Newth, una scrittrice norvegese. Il libro narra la storia di una bambina malata di lebbra. Probabilmente è a lei che è ispirata la canzone che dà il titolo all’album.

Rip Out the wings of a butterfly
I versi
Rip out the wings of a butterfly
For your soul, my love
derivano dalla mitologia nordeuropea, secondo la quale le anime immortali hanno ali di farfalla.

Behind the crimson door
Durante la parte strumentale, si sente Ville recitare i versi della poesia Kadotettu del poeta finlandese Timo Mukka.
Kadotettu
Meille ei tule vapautta
vaikka pääsisimme selleistä ulos
vaikka häkkejä ei olisi
vaikka jalkaraudat muuttuisivat ruusukkeiksi
me emme vapaudu
elleivät ajatuksemme virtaa syyttävinä
ja omatunto paljasta syyllisiä
sisällämme - sieluissamme - sydämissä
kun kyyneleet valuvat silmistä
ja kaikkialta keihäät sinut lävistävät
muuri murtuu
seinä sortuu
kaikki kahleet putoavat
sydämessä soi laulu
rajaton vapaus siivillensä nousee...

Il perduto
Non otterremo la libertà
Nemmeno se usciremo dalle celle
Anche se non esistessero gabbie
Anche se le catene si trasformassero in rose
Noi non saremo liberati
A meno che il nostro flusso di pensieri accusi
E la (nostra) coscienza riveli I colpevoli
Dentro di noi-nelle nostre anime-nei nostri cuori
quando le lacrime scendono dai (nostri) occhi
e da ogni parte le lance ti penetrano
il muro collassa
la parete (della stanza) crolla
tutte le catene si spezzano
il nostro cuore sta cantando
un’infinita libertà spiega le sue ali...

Under the rose
Burning in water and drowning in flames è il titolo di una raccolta di poesie di Charles Bukowski.
Il titolo della canzone riporta anche alla mitologia cristiana ("sub rosa" indicava la segretezza del confessionale) e potrebbe rifarsi anche al libro di Dan Brown Il codice da Vinci (il Sacro Graal era nascosto "sotto la rosa", under the rose nella versione originale).

The face of God
Probabilmente il titolo è ispirato al racconto di Lovecraft Alla ricerca dello sconosciuto Kadath in cui il protagonista, Randolph Carter, intraprende un viaggio nella Terra dei Sogni alla ricerca del Volto di Dio (The Face of God, appunto), inciso sulla parete di una montagna.

In the nightside of Eden
We deceive ourselves to start a war
Within the realm of senses
And descend to the circle number four
Where we are nothing
Riferimento alla Divina Commedia di Dante, il quarto cerchio dell’Inferno è quello degli avari e dei prodighi.
Il titolo della canzone è anche il titolo di un libro dello studioso dell’occulto Kenneth Grant.

Venus (in our blood)
Venus denies your seven towers above dark waters
You can't quench her thirst with the fear hiding away from the day
Ville ha spiegato in un'intervista che nella religione pagana, sette torri nelle acque nere dell'oceano rappresentano l'Inferno . La settima torre è quella riservata a Venere, una volta portata all'Inferno.



Venus Doom

The kiss of dawn
il verso Death frees from the fear of dying è tratto dal romanzo di Paulo Coelho Veronika decide di morire.

Sleepwalking past hope
My hell begins from the 10th and descends to the circle
Six hundred threescore and six
And from there I crawl beneath Lucifer's claws just for one last kiss
Altro riferimento all'Inferno di Dante.

Bleed well (acoustic version)
Oh we start with the circle number one
through 2 and 3 and 4 and 5 or 6 then we descend to the 9th
the last, where we're judged for what we did to ourselves
Yeah we're bleeding well on all layers of hell
Altro chiaro riferimento all'Inferno di Dante.


Screamworks: love in theory and practice
Oltre a varie citazioni dalla Bibbia, presenti in molte delle canzoni, troviamo riferimenti alla mitologia greca e romana e a romanzi vittoriani:

In Venere veritas
Il titolo è un gioco di parole sul detto latino (e greco) "in vino veritas". La versione latina è stata scritta per la prima volta da Plinio il Vecchio, mentre la versione greca (la più antica) viene attribuita al poeta Alceo.

Scared to death
In the biblical sense and sensibility
let me know you...

"Sense and sensibility"è un romanzo scritto nel 1811 dalla scrittrice inglese Jane Austen. La storia ruota attorno alla vita di due sorelle, Elinor e Marianne, che solo alla fine troveranno un equilibrio tra la ragione e il sentimento.

Shatter me with hope
l'intera canzone ha riferimenti alla mitologia greca.
You can be Cassandra
Underneath the sword of Democles


Cassandra viene ricordata da Omero come una delle figlie di Priamo. Apollo, innamorato di lei, le donò la capacità di prevedere il futuro, ma per vendicarsi dell'amore non ricambiato, fece in modo che le sue predizioni non fossero mai ascoltate.

Anche la leggenda di Damocle e della spada fa parte della mitologia greca. Damocle è un principe alla corte di Dionigi I, tiranno di Siracusa. In seguito a continue insinuazioni sulla fortuna del tiranno, Dionigi gli propone di scambiarsi i ruoli per un giorno. Durante un sontuoso banchetto, Damocle si accorge di una spada che pende sulla sua testa, sorretta solo da un crine di cavallo. La spada sta a significare l'insicurezza e il pericolo che comporta l'essere molto potenti.

We'll tear this baby apart
wise like Solomon


Secondo la Bibbia, Salomone è stato uno dei primi e più importanti re d'Israele. Nel  Libro dei Re della Bibbia Ebraica viene narrata la storia di due donne che litigano per la maternità di un bambino. Salomone propone di tagliare il bambino a metà per accontentare entrambe, e la vera madre lo supplica di dare il bambino all'altra, pur di salvarlo. Il re capì che quella era la vera madre e le consegnò il bambino.
Salomone è noto anche per aver scritto il Cantico dei Cantici e i salmi 72 e 127.

Turn to page 43
and you'll know how I feel

Altro riferimento letterario, purtroppo incomprensibile. Chi scrive si è scervellata dal giorno dell'uscita dell'album, arrivando alla conclusione che può davvero essere qualsiasi cosa =)

Acoustic funeral

To a nightmare within a nightmare
we are bound to adore


il verso "a nightmare within a nightmare" è una variazione dal verso di Poe "a dream within a dream", tratto dall'omonima poesia.

We are doing our best
to disown the golden mean
by these acts of cruelty
in the name of beauty to be free


Non una vera e propria citazione letteraria, quanto piuttosto una curiosità. The golden mean è la sezione aurea. Già gli egizi consideravano la sezione aurea, corrispondente al numero 1,6180 o phi, come la proporzione perfetta, la dimensione armonica delle cose. La sezione aurea è riscontrabile non solo in natura, ma anche in opere artistiche, architettoniche, musicali, letterarie.
Viene citata nel "Codice da Vinci" di Dan Brown e in "The End of Mr.Y" di Scarlett Thomas, entrambi libri citati da Ville.


Nell'album non ci sono solo citazioni letterarie, ma anche cinematografiche e musicali:

Love the Hardest Way
Love's the devil counting teardrops in the rain
Come lo stesso Ville ha precisato, l'ispirazione è nata dal monologo finale del film di Ridley Scott Blade Runner: "all those moments will be lost in time, like teardrops in the rain..."

In the arms of rain
Hail Marys for tomorrow's dream
in the arms of rain we are free...

Tomorrow's dream è una canzone dei Black Sabbath, contenuta nell'album "Volume 4" del 1972.


Questo topic nasce dalle ricerche effettuate da Sweetie &  Vlad, pertanto è severamente vietato copiarne il contenuto e spacciarlo per proprio.
© The Heartagram Path.

 

You have no rights to post comments

template joomlatemplate joomla gratis
2019  The Heartagram Path   globbers joomla template