Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Il THP intervista Natali Karppinen

 

 

Dallo scorso 5 novembre Natali Karppinen, la moglie di Gas, ha esposto le sue fotografie presso la galleria 4-kuus di Helsinki.
Ovviamente il Path non poteva perdere l’occasione di dare un’occhiata e di fare qualche domanda a Natali, che si è dimostrata molto gentile e disponibile.

Natali ha avuto come modelli, tra gli altri,  Tuomas Holopainen, Marco Hietala, Mikko Sirèn e Seppo Vesterinen.  Le sue foto sono luminose, particolari,ed evocative, alcune richiamano la bellezza dei quadri preraffaelliti.

Se siete a Helsinki potete vederle (e acquistarle) fino al 2 dicembre presso la Galleria 4-Kuus, Uudemankatu 4-6, altrimenti le trovate sulla sua PAGINA FACEBOOK e sul suo PORTFOLIO.

 

Per leggere l'intervista cliccate su "leggi tutto"

 

 

THP: come e quando è iniziata la tua passione per la fotografia?

Natali: Ho avuto bisogno di tempo per capire cosa volessi fare nella mia vita. Mi sono interrogata parecchio per capire quale sarebbe stao il miglior modo di esprimere me stessa e allo stesso tempo sentirmi felice e soddisfatta! Ho capito che a rendermi così era la fotografia.
Non è stato programmato. Ho comprato una macchina fotografica professionale meno di un anno fa, ma scatto fotografie da quasi due anni, e scatto foto professionali da 11 mesi.




THP: Helsinki è sicuramente una città che offre moltissimi spunti per chi vuole fare belle foto: dai parchi, ai monumenti, alle zone industriali. Hai dei posti preferiti in cui ambientare i tuoi servizi fotografici?

Natali: sto ancora scoprendo Helsinki. Ci sono bellissime strade, monumenti interessanti, palazzi antichi, splendide foreste e parchi, panorami sul mare da mozzare il fiato, ecc. Grazie alla fotografia ho scoperto tanti posti segreti, ma c’è ancora molto da scoprire e non vedo l’ora di iniziare a scattare nuove foto e scoprire posti nascosti :)
Per ora, il mio set preferito è stato la foresta. C’è molta magia in una foresta vicino a dove vivo ed è un grande fonte di ispirazione.

THP: La fotografia è come una macchina del tempo, i tuoi scatti sono particolari, vuoi raccontare delle storie o fermi istanti nel tempo?

Natali: Voglio raccontare storie, assolutamente! Chiunque può comprare una macchina fotografica e iniziare a scattare foto, ma se non hai questa passione per la fotografia, questa “follia” che ti fa impazzire se non produci, se non hai una visione di quello che vuoi che le tue immagini comunichino al mondo, resterai uno dei tanti fotografi che non lasciano il segno. Attraverso le mie foto sto segretamente mettendo a nudo la mia anima e mostrando al mondo i miei sentimenti ed emozioni, sperando che qualcuno ne venga catturato e si perda in essi!

 



THP: -Helsinki è una città molto moderna, mentre alcuni tuoi scatti hanno un'aria molto retrò, ti piace ripercorrere il passato?

Natali: Sicuramente non mi piace vivere nel passato, ma il passato è una grande forma di ispirazione. Sono una ragazza molto retrò, e  sostengo da sempre che la migliore musica, poesia, arte, i migliori film siano stati prodotti nel passato…. Anche prima che io nascessi! Ha!

THP:
-La fotografia come la musica è un'espressione artistica, che rapporto hai con la musica?

Natali: Wow, questa è una storia molto lunga, un rapporto molto importante nella mia vita. La musica è una delle cose principali nella mia vita, non posso farne a meno! Tutto è iniziato quando ero piccola e la sigla di Twin Peaks di David Lynch mi ha stregato per circa dieci anni, finchè non l’ho sentita di nuovo e ho realizzato che era la sigla di Twin Peaks.  Un’altra musica che mi ha stregato per moolto tempo è stata quella dei Carmina Burana di  Carl Orff, ascoltata per la prima volta guardando il film “The Excalibur”. Più tardi ho scoperto la musica classica, i, Black Sabbath, Iggy Pop, The Sisters Of Mercy, Tristania, Enigma, In Flames, Hans Zimmer, John Newton Howard, John Williams, Metallica, Enya, Ludovico Einaudi, Guns n' Roses, Type O Negative, Tori Amos, etc., etc.
La lista è lunghissima e ovviamente le influenze sono varie :)

Grazie ancora a Natali per aver risposto alle nostre domande! Tutto lo staff del Path le augura di sfondare nel mondo della fotografia, sicuramente lo merita!


Commenti   

#1 hydrasuomi 2011-11-22 19:49
bel colpo path!
che bella sorpresa questa intervista!
e che foto meravigliose!
ero all'oscuro di tutto ciò..
come al solito, un'altro post... "ILLUMINANTE"
XD

You have no rights to post comments

template joomlatemplate joomla gratis
2019  The Heartagram Path   globbers joomla template