Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

image1 image1 image1

The Heartagram Path - HIM Approved Site - La tua risorsa italiana al Love Metal e agli HIM

Gli HIM, l'Italia e le chiacchiere da bar

Sono passati due giorni dall’ultimo concerto italiano degli HIM e, puntuali come un orologio svizzero, ecco le chiacchiere da bar, il vero sport nazionale. 
Eccovene un riassunto, perché arriva un momento in cui non si può più stare zitti a ingoiare rospi, dopo un po’ diventano indigesti:
-“Se ne sono andati senza salutareee !” “Ville ha lanciato il microfono sul palco!” “Ville era incazzato!”
Per vostra informazione, durante TUTTO il Farewell Tour, a partire dalle date in Spagna e in Portogallo, Ville ha fatto cadere il microfono sul palco. Il mic drop è un gesto che sta a significare “ho finito, e ho fatto questa cosa così bene che non mi servirà più il microfono”. L’ha fatto anche Barack Obama nel discorso conclusivo della presidenza degli Stati Uniti, se non ci credete o non vi è chiaro potete leggere QUESTO articolo.
Quanto al salutare, ma quando mai l’hanno fatto? In 15 anni che li ascolto avrò visto sì e no un video in cui si inchinano al pubblico, in uno dei primi concerti. Non serve necessariamente averli visti dal vivo altre volte, ma semplicemente li avete mai visti i video dei live?
-“Non ha voce, i concerti italiani precedenti erano moooolto meglio”
Eh già, si stava meglio quando si stava peggio, e non esistono più le mezze stagioni, signora mia…
A questo proposito, da persona orribile quale sono, mi è venuta la mezza curiosità di andare a leggere i commenti a quei concerti che adesso esaltate. Semplice, mi è bastato aprire l’archivio del vecchio forum del The Heartagram Path:
 Milano, Tour di Dark Light, 2006
Mestre, tour di Dark Light, 2006
Firenze, tour di Venus Doom, 2008
Devo continuare? No, dai, non spariamo sulla croce rossa… 
Questo per dire che, mentre nel resto d’Europa le date del Farewell Tour sono state una festa, un’occasione per ringraziare una band che ti ha accompagnato per una buona parte della tua vita, un modo per ritrovare amici che vedi poco, un tuffo in quella che, magari, era la tua vecchia vita da adolescente, qui è diventato l’ennesimo spunto per le solite inutili, sterili polemiche. Che palle, ragazzi, davvero. Al loro posto l’avrei buttato per terra prima, quel microfono. Per esempio quando dal pubblico qualcuno urlava che non capiva quando Ville parlava in inglese. Imbarazzante.
Non vi è piaciuto il concerto? Siete convinti di aver buttato i soldi del biglietto? Mi dispiace davvero tanto per voi. Perché del piacere della musica, della condivisione di un concerto con gli amici, delle emozioni che questa band è capace di dare, oggi come venticinque anni fa, non ci avete davvero capito nulla. 
 

Commenti   

#1 profile 2018-11-01 12:41
Need cheap hosting? Try webhosting1st, just $10 for an year.

You have no rights to post comments

template joomlatemplate joomla gratis

Chi è online

Abbiamo 16 visitatori e nessun utente online

2018  The Heartagram Path   globbers joomla template