Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Avelina De Moray: il cuore goth della fotografia

Chi era Avelina De Moray quando era bambina? Comincia pressapoco con questa domanda l'intervista che vi apprestate a leggere. Oggi invece chi è Avelina? Un nome ormai legato agli HIM. Un nome conosciuto. Avelina è una famosa e brillante fotografa, modella e musicista australiana che si è fatta conoscere nella scena gothic e alternative mondiale, grazie a foto dal tratto forte e colori brillanti - come i suoi molti tattoos - ma che allo stesso tempo mostrano un'aura di mistero, gotica... un pò come lei e i suoi lavori.

Benvenuti nel mondo di Avelina De Moray, il cuore gotico della fotografia.

Al via con l'intervista.

intervista a cura di Olly Olly Oxen Free - Marzia per il The Heartagram Path


The Heartagram Path: Tutti ti conoscono come Avelina De Moray, questa talentuosa e giovane artista goth che vive in Australia e che ha fotografato alcune delle più importanti e conosciute band a livello mondiale. Ma... chi era Avelina da bambina? Qual'è stato il percorso che l'ha resa la grande artista di oggi?

Avelina De Moray: Bella domanda!  Ho avuto un'infanzia normalissima. Mi ricordo che ho cominciato ad interessarmi al violino sin da piccola. Praticavo sport, tennis, ho suonato il flauto per un breve periodo e mi piaceva andare ai pigiama party. Assolutamente niente di troppo pazzesco. Decisamente in quel periodo non mi interessavano i film di vampiri e dell'orrore.Non è che i miei genitori fossero conservatori o chissà cosa, solo che il mio interessamento nel mondo dark si è sviluppata in un altro periodo della mia vita. Ad oggi, i miei genitori continuano a scervellarsi per capire dove hanno sbagliato! (hahah Scherzo!) Per quanto riguarda l'arte, credo che tutto sia cominciato con la musica. E' stato naturale, poi, dedicarmi al mondo dell'arte. A volte, un'immagine vale più di cento parole.

THP: Sul tuo sito, hai parlato delle tue passioni: foto, trucco, cantare, produzione musicale... vampiri e dell' Underworld. Secono te, cosa c'è di così affascinante in questo mondo dark che - come dimostrano i tuoi lavori - è la tua più grande inspirazione?

ADM: Per me, l'oscurità è bellissima. Che riguardi l'arte, la poesia o le persone, c'è un alone di mistero che la circonda che io reputo essero incredibilmente sexy. Preferisco una donna vestita con corsetti e del trucco nero e rossetto rosso, piuttosto che una ragazza vestita con un toppino bianco e blue jeans. Per dirla tutta, penso che lo stile gotico sia stupendamente macabro. Voglio dire, chi non vorrebbe credere e vivere nel mondo del "Dracula" di Francis Ford Coppola? E' un'epoca così dark ed elegante. I vampiri sono ovviamente delle creature fittizie, ma per molti, l'idea che loro possano realmente esistere è un bel sogno. Penso che per molti, lo stile gotico o dark legato ai vampiri diventi un modo per esprimersi. Non sto dicendo che chiunque vesta di nero ha la fissa dei vampiri, non è sempre così, ma le persone hanno bisogno di essere libere di esprimere loro stesse, e se si sentono di farlo vestendo di nero, allora credo che sia fantastico. Il mio guardaroba non si può esattamente definire "colorato"! LOL Ho provato ad andare un pò fuori dagli schemi, cercando di usare dei colori pastello nei miei lavori, ma ho finito con l'odiarlo, sembrava che mancasse di emozioni, quando invece devono sprizzare vitalità.

THP: Questa passione - ovviamente - ti ha spinto verso un'altra che è la letteratura gotica. Edgar Allan Poe è il tuo poeta preferito e uno dei libri preferiti è il Dracula di Stoker. Potresti quotarci alcune delle  parti che ti piacciono di più, sia dalle poesie di Poe che da Dracula?

ADM:

The Raven – Edgar Allan Poe
“Ah, distinctly I remember it was in the bleak December,
And each separate dying ember wrought its ghost upon the floor.
Eagerly I wished the morrow; — vainly I had tried to borrow
From my books surcease of sorrow — sorrow for the lost Lenore —
For the rare and radiant maiden whom the angels name Lenore —
Nameless here for evermore.”


The tell-tale heart – Edgar Allan Poe
“But even yet I refrained and kept still. I scarcely breathed. I held the lantern motionless. I tried how steadily I could maintain the ray upon the eve. Meantime the hellish tattoo of the heart increased. It grew quicker and quicker, and louder and louder every instant. The old man's terror must have been extreme! It grew louder, I say, louder every moment! --do you mark me well I have told you that I am nervous: so I am. And now at the dead hour of the night, amid the dreadful silence of that old house, so strange a noise as this excited me to uncontrollable terror.”
- - - -
“Villains!” I shrieked, “dissemble no more! I admit the deed! –tear up the planks! Here, here! –It is the beating of his hideous heart!”

To Helen – Edgar Allan Poe
“Clad all in white, upon a violet bank
I saw thee half reclining; while the moon
Fell on the upturn'd faces of the roses,
And on thine own, upturn'd - alas, in sorrow!”


Scegliere delle citazioni da Dracula è un pò più difficile, in quanto l'intero libro è fantastico. Comunque, ecco alcune delle mie citazioni preferite.

Bram Stokers Dracula - Chapter 16
“The figure stopped, and at the moment a ray of moonlight fell upon the masses of driving clouds, and showed in startling prominence a dark-haired woman, dressed in the cerements of the grave.”

Bram Stokers Dracula - Chapter 2
"When the Count saw my face, his eyes blazed with a sort of demoniac fury, and he suddenly made a grab at my throat. I drew away, and his hand touched the string of beads which held the crucifix. It made an instant change in him, for the fury passed so quickly that I could hardly believe that it was ever there."


Bram Stokers Dracula -  Chapter 15
“I shall cut off her head and fill her mouth with garlic, and I shall drive a stake through her body."

THP: Sai suonare il pianoforte, la chitarra, il violino e sai anche cantare. Hai detto "Ma fino ad ora, il mio strumento preferito è la voce... cantare è il modo più creativo per esprimere te stesso". Cosa vuoi dire esattamente? Cosa provi quando canti e quando invece suoni qualche strumento?

ADM: I testi del prossimo album della mia band sono incredibilmente gotici e ispirati ai vampiri. Di conseguenza, riuscire a catturare queste emozioni diventa quasi una sfida.
Abbiamo da poco pubblicato i testi delle nostre canzoni tratte da "Electric Funeral Fire", potete torvarle su www.asangelsbleed.com

THP: Il Greatest Hits dei Queen è stato il tuo primo CD. Quanto pensi che abbia influenzato il tuo gusto in fatto di musica?

ADM: Freddy Mercury è un cantante fantastico. Direi che crescere con band come Queen, Fleetwood e Phil Colling abbia influenzato il mio scrivere in modo positivo, e probabilmente lo ha influenzato nel subconscio. Tutte le band che ho citato hanno questo ritornello melodico, che ti cattura, il tutto supportato da delle buoni basi musicali e direi che il processo creativo di As Angels Bleed è lo stesso.

THP: Parlando di musica, abbiamo tutti visto le tue foto degli HIM fatte a Sidney, durante il loro concerto al Big Top, Luna Park del marzo 2008. Sono delle foto davvero splendide, sia del palco che del backstage. Che puoi dirci di quel giorno? Deve essere stato stupendo dal momento che stavi fotografando una delle tue band preferite...

ADM: E' stato un giorno fantastico, non capita tutti i giorni di incontrare la tua band preferita. In questo articolo potete leggere l'esperienza che ho vissuto quel giorno. Qui potete trovare la nostra traduzione in Italiano (nda).

THP: Lo stesso giorno, dopo il concerto, tu e il tuo amico Von Lehmann avete avuto la possibilità di intervistare Ville e Mige. C'è qualche aneddoto che puoi raccontarci? Come sono i ragazzi al di fuori del palco?

ADM: Si. In realtà, sono entrambi molto con i piedi per terra. Dopo che finì l'intervista, ci siamo fermati a parlare di chitarre, di registrazione...è stato tutto molto disinvolto. Quando siamo usciti, abbiamo notato che tutti gli altri giornalisti erano un pò seccati per aver dovuto aspettare così tanto per la loro intervista. E' stato anche bellissimo vedere i ragazzi fare il sound check. Von e io eravamo gli unici due presenti, è stato come un piccolo concerto personale. L'intervista di Von con i ragazzi può esser letta qui.

THP: Gli HIM saranno nuovamente nei negozi a Febbraio con il loro nuovo album e cominceranno nel 2010 il loro nuovo tour, partendo dall'Australia. Pensi di esserci? Possiamo presto aspettarci delle tue nuove foto degli HIM?

ADM: Fotograferò gli HIM al Metro il 22 Febbraio. Spero di poterli fotografare anche al Soundwave. Anche se di solito, il Soundwave non è il lugo perfetto per far foto perchè è un festival all'aperto e a meno che la band non si esibisca di sera, gli scatti risulterebbero abbastanza anonimi senza le luci colorate e il fumo.

THP: Hai creato la tua TOP 5 degli album preferiti e gli HIM sono quarti con Greatest Love songs Vol 666. Potresti fare per noi una TOP 5 delle canzoni preferite e una TOP 5 degli album?

ADM: SONGS
1.    Join me in Death
2.    Buried alive by love
3.    in joy and sorrow
4.    Wicked Game
5.    Right here in my arms

ALBUMS
1.    Can’t you tell? Razorblade Romance.
2.    Love Metal
3.    Dark Light
4.    Greatest Lovesongs VOL 666
5.    Venus Doom

THP: Parlando della musica degli HIM, qual'è la cosa che ami di più al riguardo e al modo in cui suonano dal vivo?

ADM: Per me, l'interesse negli HIM è sempre stato dato dallo stile di Ville. La prima volta che ho sentito "Wicked Game", ricordo di essere rimasta da subito affascinata dal suo modo di cantae. Devo aver cantato ormai ogni canzone degli HIM, studiato la tecnica di Ville, cercando di fare un pò mio il suo stile. Ad ogni modo, non credo che nessuno metterebbe in relazione il mio modo di cantare e quello di Ville se non lo stessi dicendo io stessa adesso. La differenza tra uomini e donne è già abbastanza evidente di solito, lui oltretutto è anche qualcosa come due ottave più sopra di me!

THP: Torniamo alla tua carriera. A parte essere una fotografa, sei anche una musicista. Tu e Von avete questa band che si chiama As Angels Bleed e debutterete nel 2010 col vostro album Electric Funeral  Fire. Come è nata l'idea? Puoi dirci qualcosa al riguardo? Sarà un album gothic o state sperimentando diversi generi?

ADM: Io e Von lavoriamo al nostro primo album da quasi un anno ormai. Ci stiamo prendendo il tempo necessario, perchè vogliamo che sia speciale. Registreremo chitarre e basso agli Audio Hammer Studios in Florida (lo stesso dei Trivium) con Mark Lewis e poi l'album verrà mixato da Scott Carter il quale ha recentemente mixato l'album di alcuni miei amici (una band australiana di nome Templestowe - ascoltateli!). Per la musica è un'estensione della mia arte. Una volta che hai letto le nostre canzoni,  e ascoltato l'esecuzione e gli arrangiamenti dei testi, è davvero la musica che accompagna l'arte... se potessi fondere le due cose insieme lo farei! (credo che questo sia il motivo per cui esistono i booklet). L'album si chiama "Electric Funeral Fire" che è anche il titolo di una delle canzoni. Il genere è Gothic Metal, le canzoni sono pregne di riff di chittarra, dai toni pesanti e cupi, pazzi assoli metal, ritornelli molto cantabili con testi ispirati al mondo gotico e quello dei vampiri. Se ti piacciono i Type O Negative, HIM, Within Temptation, Lacuna Coil, Evanescence o Cradle Of Filth, penso che il nostro album ti piacerà.

THP: Hai detto che il tuo primo tattoo - la rosa sul polso - è stato un regalo di Von quando hai compiuto 18 anni. Quindi lo conosci da almeno sette anni. Come l'hai conosciuto? E' stato parte della tua crescita artistica in qualche modo?

ADM: Ho cominciato a suonare la chitarra quando avevo 14 anni e Von era il mio insegnante: è così che ci siamo incontrati. Ci conosciamo da più di dieci anni ormai. Abbiamo cominciato ad uscire insieme quando avevo 21 anni e ci siamo messi insieme poco dopo. Von  è stato decisamente una parte immportante della mia crescita artistica e confido molto nella sua opinione. E' la prima persona con la quale condivido le mie idee e quando lavoro ai miei quadri o foto, è l'unico a cui li mostro. Evito decisamente di chiedere o mostrare i miei lavori agli altri fin quando non sono finiti; ho notato che se chiedi alle persone un parere, ti diranno solo come cambiarlo.

THP: Hai molti tattoo e tutti a colori come possiamo vedere nella tua tattoo gallery. Ci si sarebbe potuti apettare che ti facessi tatuare soggetti gotici in bianco e nero invece di questo mix di colori tradizionali e giapponesi. C'è un significato particolare dietro queste scelte? A parte la rosa sul polso, c'è un tattoo che ti è particolarmente caro?

ADM: In realtà no. Conosco molte persone che hanno tattoos con un profonfo significato, ma sfortunatamente io no! Sono semplicemente dei disegni che - al tempo - ho disegnato. Potendo tornare indietro, aggiungerei sicuramente più nero ai miei tatuaggi, e oggi, probabilmente sceglierei dei soggetti più dark, però è anche vero che il mio guardaroba è nero, quindi non è poi tanto male avere un po' di colore in mezzo a tutta questa oscurità. Molti dei commenti che ricevo sui miei tatuaggi riguardano il loro essere così luminosi e colorati (dicono luminosi perchè non prendo mai sole e sono così pallida! Il mio tatuatore ama la mia pelle perchè è così chiara che i colori prendono benissimo!). Penso che il mio prossimo tatuaggio sarà una grossa croce nera sull'avambraccio.

THP: Parlando di tattoos, torniamo agli HIM. Per la maggior parte, i tattuaggi tributari sono molto diffusi tra i fans delle bands. Di solito ci piace chiedere cosa rappresenta  l'heartagram per ognuna delle persone che intervistiamo. Nella musica degli HIM, questo simbolo è diventato tanto importante quanto la loro musica e non è difficile che la gente se lo tatui. Che pensi al riguardo? Gli attribuisci un significato particolare o è solo un disegno?

ADM: Credo davvero che sia un logo eccezionale: è semplice e i bambini possono disegnarlo facilmente e sta benissimo sul merchandise. E sono d'accordo, penso che l'Heartagram sia diventato più grande della band stessa... alcuni lo indossano perchè è alla moda e non sanno la grande band che rappresenta!

THP: Ancora due domande. Torniamo a parlare di te. Sul tuo sito, hai una pagina dedicata ai fans, nella quale sono raccolte foto di persone che mostrano i tuoi artwork oppur ei propri tatuaggi. Credi che sia importante stabilire un certo rapporto con loro?

ADM: Decisamente. Quale sarebbe il motivo di fare arte, se non quello che venga vista? Voglio che la mia arte tocchi più persone possibili, e spero di provocare una sorta di risposta emotiva. I miei fans sono davvero hardcore; alcuni trasformano i miei lavori in tatuaggi! Voglio dire, Leonardo Da Vinci era un genio, ma quale è stata l'ultima volta che qualcuno si è fatto tatuare la Monna Lisa? E' il complimento più grande che qualucno avesse potuto farmi.

THP: Se qualcuno vuole comprare i tuoi lavori, che tipo di merchandise metti a disposizione?

ADM: I miei lavori sono disponibili su stampa, vestiti e biglietti. Potete trovare tutto sul mio Store On Line www.avelinademoray.com/store. Sono molto emozionata di annunciare che ho anche firmato un contratto con l'American company Black Ball Corp, che tra i tanti annovera Victoria Frances, H R Giger e Salvador Dali! Pubblicheranno i miei lavori su posters, Zippo lighters,  puzzles e motlo altro ancora.

THP: Beh, questa era la nostra ultima domanda. Speriamo che ti sia piaciuta l'intervista e speriamo tutti di sentirti presto, magari in occasione dell'uscita del tuo album.



© photos by Avelina De Moray

Commenti   

#2 Drownsindawn 2010-01-09 19:50
Conoscevo questa artista solo di nome, grazie a questa bella ed interessante intervista ho colmato una lacuna. Sono andata a vedere il suo portfolio , davvero molto bello.
#1 lovehim 2010-01-08 18:53
Avelina è decisamente una persona deliziosa, è stata davvero disponibile e dolcissima! er aver scritto questa intervista *pshyco*
*________*

You have no rights to post comments

template joomlatemplate joomla gratis
2019  The Heartagram Path   globbers joomla template