Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

From Hell....sinki

HELLmet

Di Delia Tannino

In Finlandia, in biblioteca, si possono prendere in prestito gli ombrelli.
Non è uno scherzo.
Basta essere in possesso di una tessera HelMet (che può essere rilasciata gratuitamente a chiunque sia residente in Finlandia) per avere accesso ad una serie di servizi che hanno dell'incredibile.
Una catena di sessantanove biblioteche, ben lungi dall'essere una la fotocopia dell'altra. Ad esempio: la “Kirjasto 10” (“Libreria 10”) è specializzata in musica; vi si possono dunque trovare dischi, DVD, libri a tema ed è persino possibile prendere in prestito strumenti musicali.
La biblioteca HelMet di Pasila, invece, è un paradiso per chiunque voglia cercare libri in lingua straniera. Quest'ultima è un piacere anche per gli occhi; mi limiterò a dire che al suo interno, accanto ai tavoli e ai computer a disposizione dei lettori, c'è una fontana.
Insomma: vivendo da queste parti non pare affatto bizzarro immaginare che, come in City of Angels, siano le biblioteche a fare da “base” agli angeli.
Luoghi piacevoli in cui passare il tempo, scelta di libri pressoché illimitata, la possibilità di prendere in prestito gli oggetti più disparati e, ultima ma non meno importante: la comodità; perché è possibile cercare ciò a cui si è interessati o rinnovare i prestiti via internet, per non parlare del fatto che tutto il materiale può essere restituito in una qualsiasi delle biblioteche del circuito, quindi non necessariamente in quella da cui l'oggetto o il libro è stato preso in prestito.
Miracoli che in fin dei conti di miracoloso hanno poco: questo succede quando si ha un'idea estesa di “cultura”, quando la si prende sul serio, e quando il denaro dei contribuenti finisce dove dovrebbe.

 

 

Sottocategorie

template joomlatemplate joomla gratis
2019  The Heartagram Path   globbers joomla template